Riflessi

Passo dopo

Passo mi appresto verso un posto

Dal gusto

Di un amplesso ma ho il successo

di una bomba

Senza innesco e questo mi è indigesto

Così

Immerso col rimorso

In un buio

Tanto spesso come un cielo senza in astro

Cerco un nesso in tutto questo

Come un cane

Cerca un osso oso

A più non posso

Ma più mi sposto

E

Più resto nello stesso posto fuggiasco

Da me stesso forse adesso

Non ho più l’Eta’ come un Basco

Così

Al fresco come un mostro dentro un chiosco

E

L’inchiostro come affresco dentro l’Anima

Esanime

A chi mi esamina

Mostro solo

La mia essenza candida

Diario di un suicida, ultima pagina

Il sogno inglese

Si spegne lentamente

Sul fondo dell’ennesima Corona,

 

L’amaro in bocca…

 

È proprio

L’ultimo sorso

Di follia.

Poi,

Tra il vento che soffia dal fiume

Percepisco quello

Che

Chiamano

L’ultimo attimo di

Lucidità

 

Cerco…

 

Qualcosa

A

Cui aggrapparmi

Ma

È

Solo

L’ennesimo tentativo fallito

-10: fino qui tutto bene…
-9
8
7 6 5 4
-3

È stupido pensare

Ad un film

Proprio

ORA..?
-2
-1

L’importante non è la caduta

Ma

È tutto nero qui intorno ora